Italia,attività manifattura agosto scende a minimi da 10 mesi

lunedì 3 settembre 2012 09:43
 

MILANO, 3 settembre (Reuters) - Ad agosto l'attività del settore manifatturiero italiano è scesa ai minimi da dieci mesi, affetta da una riduzione della produzione e da un declino dei nuovi ordini che ha costretto le aziende a ridurre gli organici.

L'indice Markit/ADACI, ricavato da un'indagine tra i direttori d'acquisto, si è contratto a 43,6 da 44,3 di luglio, rimanendo per l'undicesimo mese consecutivo sotto la soglia dei 50 punti che separa la contrazione della crescita.

Il dato è inferiore alle peggiori previsioni fornite dagli economisti in un sondaggio condotto da Reuters, che indicava una mediana di 44,8, con range di stime compreso tra 44,0 e 45,4.

Alle prese con un programma di consolidamento dei conti pubblici, resosi necessario per l'inasprirsi della crisi dei debiti sovrani della zona euro, l'economia italiana viaggia in territorio negativo ormai dalla metà dell'anno scorso.

Il rallentamento del settore manifatturiero, avverte l'economista di Markit Phil Smith, potrebbe deprimere ulteriormente il prodotto interno lordo italiano, che nel secondo trimestre ha subìto una contrazione dello 0,7%.

"I livelli di produzione sono precipitati bruscamente sull'accelerazione della contrazione dei nuovi ordini, che suggeriscono che il settore zavorrerà seriamente il Pil nel terzo trimestre", spiega Smith.

L'indagine Pmi ha evidenziato un calo dei livelli produttivi al ritmo più marcato dallo scorso novembre. Ciò si collega a un crollo dei nuovi ordini, con l'indice relativo sceso a 41,5 da 43,2 di luglio, complice un calo della domanda interna più evidente rispetto a quella estera.

Il quadro dei consumi in Italia è a tinte fosche e la fiducia dei consumatori ad agosto è scesa ai minimi storici, colpita dai timori sulla tenuta delle finanze familiari e sulle prospettive economiche.

I salari nel mese di luglio sono rimasti al palo, secondo i dati pubblicati la scorsa settimana, e il tasso di disoccupazione è rimasto fermo al 10,7%.   Continua...