PUNTO 1-Italia,recessione continua a mordere, ripresa solo in sem2 2013

martedì 7 agosto 2012 13:00
 

* Pil trim2 -2,5% a/a, è calo peggiore da fine 2009

* Produzione industriale trim2 -1,8% da -2,3%, prospettive negative

* Pesano debolezza domanda interna, terremoto Emilia

di Elvira Pollina

MILANO/ROMA, 7 agosto (Reuters) - Secondo trimestre a tinte più fosche del previsto per il Pil italiano, che mette a segno la contrazione più pesante dalla fine del 2009, trascinato al ribasso dalla fiacchezza della domanda interna e appesantito da una produzione industriale ulteriormente indebolita dagli effetti del sisma che ha colpito l'Emilia alla fine di maggio.

I dati preliminari diffusi oggi da Istat non lasciano spazio a equivoci. Per l'Italia il trimestre aprile-giugno è stato il quarto consecutivo contraddistinto dal segno meno.

Il Pil è scivolato dello 0,7% contro lo 0,8% del trimestre precedente su base congiunturale, mentre la mediana della attese degli economisti interpellati da Reuters in un sondaggio si fermava a -0,6%.

A perimetro annuale, la caduta è stata pari a -2,5% da -1,4% del trimestre precedente, contro attese che si fermavano a -2,3%. Come si è detto, é il calo peggiore dal quarto trimestre del 2009, l'anno in cui l'economia globale venne sconvolta dagli effetti del crac Lehman Brothers.

"Sono dati che fotografano la realtà italiana senza sorprese. Il contributo più negativo arriva dal versante degli investimenti e dei consumi, sia privati che pubblici. Le manovre di austerità iniziano, come è ovvio, ad avere un impatto sull'economia", commenta Vincenzo Bova di Mps Capital Services.   Continua...