Usa, più assunzioni a luglio ma tasso disoccupazione sale a 8,3%

venerdì 3 agosto 2012 15:31
 

WASHINGTON, 3 agosto (Reuters) - Negli Stati Uniti a luglio si è registrato il più alto numero di assunzioni degli ultimi cinque mesi, eppure il tasso di disoccupazione è salito all'8,3%, mantenendo intatte le previsioni di un probabile intervento della Fed nell'economia americana.

Il ministero del lavoro Usa ha reso noto che i lavoratori non agricoli sono cresciuti di 163.000 unità lo scorso mese, battendo le previsioni degli economisti che stimavavano solo 100.00 posti di lavoro in più. La buona notizia è stata però smorzata dai dati sulla disoccupazione, il cui tasso è cresciuto di un decimo di punto percentuale dall'8,2% di giugno all'8,3% di luglio.

Molti economisti ritengono che la Fed implementerà una terza tranche di quantitative easing a breve, probabilmente annunciando tale misura già il 12 e 13 settembre, quando si riunirà il consiglio direttivo della banca.

Negli ultimi quattro anni la Fed ha iniettato nell'economia 2.300 miliardi di dollari, tenendo i tassi prossimi allo zero.

I dati sulla disoccupazione gettano un'ombra sulla campagna elettorale di Barack Obama.

Un recente sondaggio condotto da Ipsos/Thomson Reuters ha rivelato che il 36% degli elettori americani reputa il candidato repubblicano Mitt Romney in possesso di un piano più efficace per riattivare l'economia.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Usa, più assunzioni a luglio ma tasso disoccupazione sale a 8,3% | Notizie | Macroeconomia | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,033.56
    +0.40%
  • FTSE Italia All-Share Index
    22,094.16
    +0.47%
  • Euronext 100
    965.94
    +0.18%