Germania, Pmi scende per terzo mese in luglio, peggio di attese

martedì 24 luglio 2012 10:07
 

BERLINO, 24 luglio (Reuters) - Il settore privato della Germania si è contratto per il terzo mese di seguito in luglio, segno che la maggiore economia europea potrebbe registrare una flessione nel terzo trimestre dopo un probabile calo nel secondo e trovarsi così indebolita dalla crisi del debito che sta ingolfando gran parte del Vecchio Continente.

L'indice Pmi composite di Markit è sceso a 47,3 questo mese da 48,1 di giugno, secondo la stima flash pubblicata oggi, nettamente sotto la soglia di 50 che separa crescita da contrazione.

E' il più intenso rallentamento da giugno 2009 e mostra un indebolimento delle nuove commesse sia nel settore manifatturiero sia nei servizi.

Secondo il capo economista di Markit Chris Williamson, i numeri fanno pensare a un Pil tedesco in calo dello 0,1% nel secondo trimestre.

"C'è un quadro abbastanza evidente che le condizioni della Germania stanno peggiorando marcatamente, soprattutto nella manifattura e questo è un sintomo che la domanda interna ed estera continuano a peggiorare", ha spiegato.

L'indice sul settore manifatturiero è sceso a 43,3 da 45,0 di giugno, sotto le stime di un sondaggio Reuters tra 32 economisti che si aspettavano in media 45,3 e sotto anche la previsione più bassa di 44,5.

Il dato sui servizi è sceso a 49,7 da 49,9 contro attese per 50,0.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia