PUNTO 2 - Spagna, da riforma PA 3,5 mld euro, Iva alzata del 3%

mercoledì 11 luglio 2012 17:22
 

* Taglio del budget di 65 mld euro inprossimi due anni e mezzo

* Tolta tredicesima a funzionari pubblici

* Ridotti sussidi di disoccupazione (aggiunge dettagli su cancellazione tredicesima)

MADRID, 11 luglio (Reuters) - Il primo ministro spagnolo, Mariano Rajoy, ha annunciato che aumenterà l'Iva di tre punti percentuali, dal 18 al 21%, nel contesto di una serie di misure di austerità che, tra aumenti di tasse e tagli di costi, porteranno a un taglio del budget pubblico di 65 miliardi di euro nei prossimi due anni e mezzo.

Rajoy, inoltre, ha annunciato che la riforma della pubblica amministrazione dovrebbe portare risparmi per 3,5 miliardi di euro.

Il premier spagnolo ha comunicato che quest'anno i funzionari pubblici non riceveranno la tredicesima e subiranno un taglio dei giorni di ferie e dei permessi sindacali.

Toccati pure i sussidi alla disoccupazione, ridotti per i nuovi percettori a partire dal sesto mese al 50% dal 60% dell'ultimo salario.

Con l'economia in recessione, una disoccupazione a livello record e la discesa delle entrati fiscali, la Spagna sta cercando il modo di centrare gli obiettivi di riduzione del deficit concordati con l'Unione Europea.

Nei giorni scorsi la Ue aveva concesso alla Spagna un anno in più per il rientro del deficit al 3% del Pil, da attuare non più entro il 2013 ma entro il 2014. Un documento della Commissione Europea mostra, tuttavia, che anche questo nuovo target è difficile da raggiungere.   Continua...