Germania, istituti vedono crescita a 0,9% in 2012, +2% in 2013

giovedì 19 aprile 2012 11:29
 

BERLINO, 19 aprile (Reuters) - I maggiori istituti economici tedeschi prevedono una crescita della Germania dello 0,9% nel 2012 e del 2,0% nel 2013 e sottolineano che l'irrisolta crisi della zona euro è il fattore di maggior rischio per il paese.

Gli otto istituti, le cui stime fanno da base alle previsioni dello stesso governo, hanno rivisto le attese sul 2012 alzandole leggermente dal +0,8% indicato a ottobre.

"L'ultimo incremento del costo del rischio sui titoli di Stato spagnoli e italiani indica che la crisi del debito e di fiducia continua a covare sotto la cenere", dice lo studio semestrale.

"Il maggiore rischio al ribasso sullo sviluppo economico della Germania resta la crisi del debito e di fiducia in Europa, che resta sostanzialmente irrisolta", prosegue.

Lo studio prevede un calo della disoccupazione dal 6,6% del 2012 al 6,2% nel 2013 dopo il 7,1% del 2011 e un tasso di inflazione del 2,3% nel 2012 e del 2,2% nel 2013.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia