PUNTO 1 - Crisi, da liberalizzazioni +1,2 punti di Pil in 2020 - Def

mercoledì 18 aprile 2012 13:48
 

(Aggiunge dettagli in coda)

ROMA, 18 aprile (Reuters) - Gli effetti delle misure per aumentare la concorrenza, principalmente la legge sulle liberalizzazioni, dovrebbero far aumentare il Pil di 1,2 punti percentuali nel 2020.

Lo sostiene il ministero dell'Economia nel Programma nazionale delle riforme, che accompagna il Documento di economia e finanza (Def) con il nuovo quadro macroeconomico.

Le misure pro-concorrenza "genererebbero un effetto piuttosto consistente in termini di variazione del prodotto (il Pil risulterebbe maggiore di 1,2 punti percentuali nel 2020)", sostiene il governo nel Pnr.

Il governo ripone molta fiducia anche nelle disposizioni già varate che, attraverso la riduzione degli adempimenti, dovrebbero facilitare l'entrata di nuove imprese nel mercato: "Questa macro misura contribuisce alla variazione del Pil in misura pari a 0,7 punti percentuali nel 2020".

Un altro incremento del Pil, pari a 0,5 punti nel 2020, dovrebbe essere garantito dalle semplificazioni burocratiche.

Complessivamente, l'effetto cumulato sulla crescita è di 2,4 punti, circa 0,3 punti di impatto medio annuo lungo tutto l'arco previsivo.

"Inoltre, quasi la metà del contributo alla crescita del prodotto si realizza nei primi quattro anni (0,9 punti percentuali nel 2015)", sostiene il Tesoro.

Gli economisti di Via XX Settembre arrivano a ipotizzare gli effetti di riforme strutturali "con elevato grado di intensità", tale da determinare una chiusura completa del gap di competitività italiano rispetto agli altri principali Stati europei.   Continua...