Confindustria, per Abete bene candidature emerse, non va rifondata

giovedì 19 gennaio 2012 15:46
 

MILANO, 19 gennaio (Reuters) - L'ex presidente di Confindustria, Luigi Abete, accoglie favorevolmente le candidature di Alberto Bombassei e di Giorgio Squinzi alla presidenza di Confidustria al posto di Emma Marcegaglia il cui mandato scadrà in primavera.

"Bombassei e Squinzi sono due imprenditori che rappresentano la migliore impresa italiana, internazionalizzata e innovativa: a tutte le chiacchiere su una Confindustria in crisi, che va rifondata, questi imprenditori danno una risposta. E se hanno dichiarato la disponibilità a essere leader vuol dire che pensano che Confindustria sia competitiva. Io non credo che vada rifondata", ha detto il presidente della Bnl, a margine di un convegno in Assolombarda.

Secondo Abete, presidente di Confidustria nel periodo 1992-1996, "Confindustria ha dimostrato di avere un processo di crescita evolutiva, ha dei meccanismi di nomina collaudati e cambia presidente ogni quattro anni". La prossima settimana Abete si riunirà con gli altri ex presidenti dell'associazione per selezionare una rosa di nove nomi, da cui la giunta sceglierà i tre saggi che, a loro volta, avranno il compito di sondare le associazioni territoriali. Nella giunta del 22 marzo sarà poi votato il nuovo presidente.

(Giancarlo Navach)

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129518, Reuters messaging: giancarlo.navach.reuters.com@reuters.net) Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia