Ocse, leading indicator novembre Italia cala ancora a 95,8

giovedì 12 gennaio 2012 12:00
 

MILANO, 12 gennaio (Reuters) - Il leading indicator elaborato dall'Ocse (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico), che anticipa i cambiamenti nell'attività economica rispetto al trend, continua a mostrare un rallentamento a novembre per la maggior parte dei paesi Ocse e per le principali economie non membre dell'Organizzazione.

Coerentemente, anche in Italia prosegue la flessione a 95,8 da 96,3 (rivisto da 96,6) mentre l'intera zona euro registra un calo a 98,3 da 98,7 (rivisto da 98,5) con Germania a 97,9 da 98,6 e Francia a 98,2 da 98,5.

Se l'indicatore relativo a tutti i paesi dell'area Ocse si attesta a 100,1 da 100,2 (rivisto da 100,1) Stati Uniti (101,2 da 101,0), Giappone (stabile a 101,5) e Russia (102,5 da 102,3) mostrano segnali più forti di un miglioramento e restano sopra il proprio trend di lungo termine.

L'indicatore per la Cina si è deteriorato rispetto al mese precedente (100,0 da 100,1) e, secondo l'Ocse, suggerisce un rallentamento dell'attività economica rispetto al trend di lungo termine.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia