PUNTO 1-Zona euro,Pmi segnala quinto mese contrazione manifattura

lunedì 2 gennaio 2012 11:38
 

(aggiunge dettagli, background)

LONDRA, 2 gennaio (Reuters) - Nel mese di dicembre, l'attività manifatturiera della zona euro ha subìto la quinta contrazione consecutiva, con l'indice Pmi/Markit che si è portato a 46,9 dal 46,4 di novembre, restando sotto la soglia dei 50 punti che separa la contrazione dalla crescita.

"Sebbene il ritmo della contrazione si sia attenuato in dicembre, la produzione sembra aver subito una flessione congiunturale dell'1,5% nell'ultimo trimestre dell'anno" sostiene Chris Williamson, capo economista di Markit.

"L'indagine segnala inoltre una forte probabilità di utleriori flessioni nel primo trimestre del nuovo anno quando i produttori taglieranno dipendenti, scorte e acquisti".

Lieve miglioramento per la componente dei nuovi ordini, il cui sotto-indice è salito a 43,4 dal 42,2 del mese precedente, restando tuttavia debole e portando Markit a segnalare una persistente e preoccupante divergenza tra la produzione e i livelli degli ordini.

"In maniera preoccupante, i nuovi ordini stanno decrescendo a un ritmo più veloce di quanto le imprese abbiano tagliato la produzione, a indicare come si stiano affidando alle commesse ricevute nel precedente periodo dell'anno per sostenere gli attuali livelli di produzione" spiega Willimason.

"Questo è particolarmente evidente in Germania e suggerisce che la capacità produttiva sarà tagliata nei prossimi mesi a meno di una ripresa della domanda".

In base a un sondaggio Reuters, l'economia della zona euro, alle prese con la crisi dei debiti sovrani, è già scivolata in una recessione che durerà almeno fino al secondo trimestre del 2012, anno in cui la crescita economica sarà vicina allo zero.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia