Germania, Almunia chiede rispetto 3% deficit/Pil per 2013-stampa

venerdì 6 novembre 2009 13:25
 

BERLINO, 6 novembre (Reuters) - Joaquin Almunia chiederà alla Germania di riportare entro il 2013 il proprio deficit nei limiti fissati dal trattato di Maastricht al 3% del Pil, scrive il giornale tedesco Handelsblatt.

Secondo il quotidiano economico, che cita fonti anonime nella Commissione europea, il responsabile degli affari monetari ed economici dell'esecutivo Ue intende avanzare la richiesta la prossima settimana.

La posizione di Almunia appare in contrasto con quella del presidente della Commissione Jose Manuel Barroso, che vedrebbe al 2014 il limite per il rientro dei paesi membri nei parametri di bilancio Ue. Non è chiaro, dice Handelsblatt, se Almunia riuscirà ad averla vinta.

La Germania prevede un rapporto deficit-Pil del 3,7% quest'anno e intorno al 6% il prossimo anno, il doppio dei massimi previsti da Bruxelles, e la Commissione ha già avviato un procedimento per infrazione nei confronti di Berlino.

Il governo di Angela Merkel ha però annunciato nuovi sgravi fiscali. Il cancelliere tedesco intende elargire 21 miliardi di euro in agevolazioni fiscali nel 2010 attraverso le imposte societarie e di successione e, se le condizioni lo permetteranno, altri 24 miliardi nel 2011 attraverso l'imposta sul reddito.

Nella riunione dei ministri economici Ue a Bruxelles la prossima settimana, ci si aspetta che Almunia chieda un accordo collettivo per cominciare a smantellare le politiche anti-crisi nel 2011.