MONETARIO - Cosa succede oggi mercoledì 7 ottobre

mercoledì 7 ottobre 2009 07:33
 

* Questa sera l'audizione di Tremonti davanti alla commissione Bilancio del senato. Il ministro ha aperto ieri la sessione sulla Finanziaria 2010 - che non prevede interventi correttivi sui conti pubblici nel prossimo anno - spiegando che una manovra forte avrebbe effetti negativi sull'economia

* La Commissione Ue pubblica il rapporto annuale sulla zona euro che verrà presentato da Almunia. Il commissario potrebbe, in questa occasione, fare il punto sulla ripresa e indicare rischi e opportunità che attendono i paesi membri nei prossimi mesi. Sempre oggi verrà rivisto il Pil del secondo trimestre del blocco dei paesi della moneta unica con attese per un calo dello 0,1% su trimestre e del 4,7% su anno

* Il leading indicator giapponese mostra ad agosto il sesto mese consecutivo di miglioramento, con un rialzo di 0,8 punti a 83,3. Lo dicono i numeri a cura del governo, secondo cui sempre ad agosto l'indice coincidente evidenzia un recupero di 1,6 punti a 91,4

* Sul fronte del primario, mentre si attende l'annuncio sulle tipologie dei Bot offerti lunedì prossimo e dei titoli a medio lungo di mercoledì 14, la Germania colloca oggi 2 miliardi del Bund a 30 anni, la Gran Bretagna 750 milioni di sterline in Gilt indicizzati al 2042 e gli Stati Uniti 20 miliardi di dollari di titoli a 10 anni

* Negli ultimi scambi sulla piattaforma asiatica i derivati sul greggio si muovono in positivo, mettendo a segno la terza seduta successiva di rialzo ampiamente oltre la soglia di 71 dollari. A monte dell'apprezzamento il leggero decumulo delle scorte Usa fotografato dai dati Api di ieri, da cui viene un segnale incoraggiante sulla domanda che potrebbe essere confernato o smentito dai numeri Eia di oggi pomeriggio. Intorno alle 7,30 il futures Nymex a novembre guadagna 53 centesimi da martedì sera a 71,41 dollari il barile

* Finale di seduta nel segno della correzione per i titoli del Tesoro Usa ieri sera, appesantiti dal collocamento di nuova carta a tre anni per 39 miliardi di dollari e dal rally degli indici di borsa che mette in ombra l'attrattiva del reddito fisso. Il titolo di riferimento a dieci anni termina con un rendimento stabile a 3,26% da 3,23%

  Continua...