Giappone, prezzi consumo aprile in calo per secondo mese consecutivo

venerdì 27 maggio 2016 08:01
 

MILANO, 27 maggio (Reuters) - Calano per il secondo mese consecutivo in aprile i prezzi al consumo in Giappone, in un'economia dove i consumi rimangono deboli e le imprese faticano ad alzare i loro prezzi di vendita.

Il dato alimenta i timori di deflazione e tiene sotto pressione la banca centrale per eventuali nuove misure di stimolo monetario.

L'indice Cpi 'core' nazionale (che include i prezzi energetici ma esclude quelli dei cibi freschi) ha registrato una contrazione dello 0,3% tendenziale in aprile , in linea col mese precedente; le attese erano per un dato leggermente peggiore, -0,4%.

Indicazioni analoghe sono giunte dai prezzi dell'area di Tokyo, che guardano un mese avanti: -0,5% tendenziale in maggio, dopo il -0,3% di aprile, su stime per -0,4%.

"Vediamo pressioni al ribasso sull'inflazione non solo dalla componente energetica, ma anche dai prezzi dei cibi" spiega il capo economista di Dai-ichi Life Research Institute Yoshiki Shinke. "Sia i prezzi sia l'economia sono deboli, dunque le aspettative per nuovi stimoli da parte della Banca del Giappone salgono".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia