PUNTO 3-Disoccupazione agosto sotto 12% per prima volta da febbraio 2013

mercoledì 30 settembre 2015 16:23
 

* Renzi: merito Jobs act ma ancora molto da fare
    * Disoccupazione zona euro stabile all'11%
    * Padoan: miglioramenti permanenti

 (Precisa trend trimestrale in ultimo paragrafo)
    ROMA, 30 settembre (Reuters) - Il tasso di disoccupazione
italiano scende in agosto all'11,9%, segnando il livello minimo
dal febbraio 2013, mentre cresce la percentuale di occupati, ai
massimi da circa tre anni, e flette quella degli inattivi.
     I dati, diffusi oggi dall'Istat, rappresentano una buona
notizia per il governo, e il premier Matteo Renzi tweetta
subito: "In un anno più 325mila posti di lavoro. Effetto
#Jobsact #italiariparte #lavoltabuona".
    Resta la nota stonata del tasso di disoccupazione giovanile,
nella fascia di età 15-24 anni, che sale di 0,3 punti al 40,7%
dal 40,4%.
    "La disoccupazione, che era quasi al 14% all'inizio
dell'azione del governo, adesso è sotto il 12%. Le riforme danno
frutti, l'Italia riparte. Avanti tutta, adesso. C'è ancora molto
da fare e possiamo farlo insieme", scrive ancora il presidente
del Consiglio su facebook. 
    Per il ministro del Tesoro, Pier Carlo Padoan, il
contestuale aumento dell'occupazione e calo della disoccupazione
indica che "ci sono miglioramenti permanenti".
    La disoccupazione nella zona euro, sempre in agosto, è
rimasta stabile all'11% su mese.
    Gli occupati risultano 22,566 milioni, in aumento dello 0,3%
su luglio e dell'1,5% su base annua (+325.000), il tasso di
occupazione raggiunge il 56,5% (massimo da settembre 2012), in
aumento di 0,2 punti in termini congiunturali e di 0,9 su anno. 
    Buone notizie sul fronte degli inattivi che sono 86.000 in
meno, tornando al livello di giugno dopo la risalita a luglio, e
rispetto all'anno precedente si riducono di 248.000. Il tasso di
inattività cala rispetto al mese prima di 0,2 punti percentuali,
al 35,6%, e di 0,5 punti su base annua.    
     Il 7 marzo scorso è entrato in vigore il contratto a tempo
indeterminato a tutele crescenti previsto dal Jobs Act, che non
prevede la reintegra in caso di licenziamento economico.
    Dal primo gennaio, inoltre, le imprese che assumono in
maniera stabile godono di sgravi contributivi fino a 8.000 euro
annui per tre anni.
    Anche il dato trimestrale conferma il trend, con un tasso di
occupazione che tra giugno e agosto cresce di 0,2 punti sui
precedenti tre mesi, mentre scendono il tasso di disoccupazione
(-0,2 punti) e quello di inattività (-0,1).
    (Francesca Piscioneri, Antonella Cinelli, Elvira Pollina)
    
    Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia