Germania, da dati laender emerge inflazione ancora molto bassa

venerdì 28 agosto 2015 12:53
 

BERLINO, 28 agosto (Reuters) - In Germania l'inflazione rimane a livelli estremamente bassi ad agosto mettendo pressione sulla Bce a valutare ulteriori misure di stimolo in un contesto di ribassi delle quotazioni petrolifere e di rallentamento dell'economia cinese.

E' quanto emerge dai dati sui prezzi al consumo diffusi oggi dai laender tedeschi e che vengono utilizzati per calcolare il dato nazionale che sarà pubblicato alle 14,00.

In particolare nel Nord Reno-Westfalia (NRW), lo stato federato utilizzato come principale indicatore del tasso di inflazione nazionale, i prezzi al consumo sono rimasti stabili a agosto al 0,2% su anno.

In altri tre stati l'inflazione annuale è rimasta invariata, in uno è rallentata e in un altro caso è scesa in negativo.

Secondo Jennifer McKeown, economista a Capital Economics, i dati provenienti dai singoli laender suggeriscono una dinamica dei prezzi al consumo al livello nazionale armonizzato stabile allo 0,1%, in linea con il consensus Reuters.

Carsten Brzesk, economista di ING, dice di non stupirsi se l'inflazione scenderà a zero a se addirittura scivolerà in territorio negativo a causa del forte calo dei prezzi dell'energia, anche se questo potrebbe vedersi con i dati del mese prossimo.

Il dato preliminare di agosto sui prezzi al consumo in Germania sarà monitorato con particolare attenzione in vista dei numeri relativi alla zona euro in arrivo lunedì, e soprattutto sarà utilizzato per valutare possibili margini di manovra della Bce.

In Spagna l'indice preliminare armonizzato dei prezzi al consumo di agosto pubblicato stamani è sceso oltre le attese mostrando un calo dello 0,5% annuo su attese di consensus di -0,2%.

  Continua...