Cina, crescita Pil trim1 frena a minimo da 6 anni

mercoledì 15 aprile 2015 08:03
 

PECHINO, 15 aprile (Reuters) - Il tasso di crescita annuo dell'economia cinese nel primo trimestre ha rallentato al 7%, minimo da 6 anni, da 7,3% dell'ultima parte del 2014, a fronte di una domanda persistentemente debole.

Numeri in linea alle attese degli analisti, giudicati compatibili con il varo di nuove misure di stimolo da parte delle autorità di Pechino per evitare un rallentamento più marcato, e che evidenziano come le misure messe in campo finora non abbiano prodotto i risultati sperati.

Su base congiunturale il Pil cinese ha frenato la crescita a 1,3% da 1,5% del quarto trimestre.

A marzo, inoltre, la crescita della produzione industriale ha frenato al 5,6%, sotto il consensus (+6,9%), toccando il minimo dall'inizio della crisi finanziaria globale nel 2008.

A tinte fosche anche i numeri degli investimenti fissi, cresciuti del 13,5% su base annua nel primo trimestre, la lettura più contenuta nella prima frazione d'anno dal 2000.

Nonostante le recenti misure di supporto, segnali di debolezza sono arrivati anche dal mercato immobiliare, altro settore chiave per la seconda economia mondiale: gli investimenti sono cresciuti solo dell'8,5% annuo nel periodo gennaio-marzo, in calo dal 10,5% registrato tra gennaio e febbraio.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia