Zona euro, attività economica sui massimi da 7 mesi a febbraio - Pmi

mercoledì 4 marzo 2015 10:21
 

LONDRA, 4 marzo (Reuters) - Il calo dei prezzi e dell'euro hanno contribuito a spingere l'attività economica della zona euro nel mese di febbraio, portandola sui massimi da 7 mesi.

Il sondaggio Pmi, a cura di Markit, indica che il primo trimestre potrebbe chiudersi con un Pil in crescita dello 0,3%, in linea con fine 2014, grazie all'espansione di tutte e quattro le maggiori economie della regione, cosa che non accadeva dallo scorso aprile.

Queste stime di crescita sono in linea con le previsioni raccolte da Reuters il mese scorso.

"L'outlook è migliorato in tutti i paesi. L'euro più debole dovrebbe aiutare le esportazioni e, forse ancora più importante, l'avvio del quantitative easing da parte della Bce dovrebbe stimolare l'economia nel corso dell'anno", dice Chris Williamson, capo economista di Markit.

L'indice finale composito del Pmi per il mese di febbraio è salito sui massimi da sette mesi a 53,3. Benché inferiore alle stime preliminari di 53,5, il dato è ampiamente sopra il 52,6 di gennaio e, per il ventesimo mese di fila, sopra la soglia di 50 che separa contrazione da crescita.

Il Pmi servizi è salito a 53,7 da 52,7 a gennaio, anche qui leggermente sotto la stima preliminare di 53,9.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia