Ovs vede risultato ante imposte 2014 e 2015 positivo

venerdì 20 febbraio 2015 12:08
 

MILANO, 20 febbraio (Reuters) - Ovs prevede di chiudere l'esercizio che si è concluso al 31 gennaio 2015 e quello in corso con un risultato ante imposte positivo, così come avvenuto nell'esercizio terminato il 31 gennaio 2014.

La catena di abbigliamento stima inoltre che il risultato netto, che al 31 gennaio 2014 era negativo, risulti in miglioramento nell'esercizio da poco concluso e in quello ni corso.

E' quanto si legge nel supplemento al prospetto informativo dell'IPO pubblicato dall'azienda a seguito di alcune dichiarazione dell'AD Stefano Beraldo, che aveva parlato genericamente di utile per l'esercizio 2014 e 2015.

Nel supplemento al prospetto si spiega che il risultato ante imposte dello scorso esercizio è previsto positivo "grazie al contributo dell'ultimo trimestre che è previsto più che compensare il risultato ante imposte negativo per 3,998 milioni di euro registrato nei primi nove mesi chiusi al 31 ottobre 2014".

Si precisa inoltre che il risultato ante imposte dello scorso esercizio sarà influenzato da fattori non ricorrenti riconducibili al processo di quotazione per un ammontare di circa 20 milioni, ma nonostente ciò il risultato ante imposte resterà positivo.

La società prevede quindi che il risultato netto al 31 gennaio 2015 sarà influenzato da effetti contabili non ricorrenti, ma comunque sarà migliore rispetto a quello del precedente esercizio.

Anche il risultato netto al 31 gennaio 2016 sarà in miglioramento su base annua.

Ovs ha archiviato l'esercizio che si è concluso il 31 gennaio 2014 con un utile ante imposte pari a 12,6 milioni di euro e una perdita netta di circa 10 milioni. I primi nove mesi dello scorso esercizio (al 31 ottobre) si sono chiusi con una perdita ante imposte di circa 4 milioni e una perdita netta di circa 20,3 milioni.

L'Ipo di Ovs si conclude il prossimo 24 febbraio e la società dovrebbe approdare in borsa il 2 marzo.   Continua...