PUNTO 1-Italia verso moderata ripresa, essenziale attuazione riforme -Ocse

giovedì 19 febbraio 2015 14:16
 

(Aggiorna con Gurria e Padoan, contesto)

MILANO, 19 febbraio (Reuters) - Per il prodotto interno lordo italiano l'Ocse prospetta quest'anno una crescita modesta ma a ritmo meno pigro rispetto alle proiezioni precedenti, destinata ad un ulteriore consolidamento nel corso del 2016 grazie un piano di riforme "ambizioso e di ampio respiro".

Essenziale però la rapida e piena attuazione delle riforme strutturali che migliorino la competitività e rilancino la crescita della produttività.

È il quadro tratteggiato dall'ultimo rapporto monografico sull'Italia a cura dell'organizzazione parigina, corredato da una lunga lista di raccomandazioni sul piano delle riforme istituzionali, del mercato del lavoro e delle sfide di bilancio e finanziarie.

Rispetto all'Economic Outlook pubblicato a fine novembre, l'Ocse ritocca al rialzo di quattro decimi la proiezione sulla crescita 2015 - 0,6% da 0,2% - e di tre quella sull'anno prossimo, che passa a 1,3 da 1,0%.

In realtà il rapporto indica +0,4%, durante la conferenza romana di questa mattina, però, il segretario Angel Gurria ha fornito una previsione superiore di 0,2 punti.

I più recenti fattori che incidono in positivo sono "la politica monetaria Bce, il calo del prezzo del petrolio e le migliori prospettive dell'Italia", dice Gurria.

L'Ocse si colloca così in linea con le previsioni di governo e Commissione europea, mentre il Fondo monetario internazionale stima +0,4%.

"In passato, molti progetti validi di riforma non sono stati pienamente attuati, impedendo in tal modo all'economia di beneficiare interamente dei loro effetti. Il governo si sta quindi concentrando sui cambiamenti del quadro politico-istituzionale e del sistema giudiziario per rimuovere i precedenti ostacoli all'attuazione delle riforme" commenta il rapporto.   Continua...