Venezuela, moneta si svaluta del 69% con nuovo sistema cambio

venerdì 13 febbraio 2015 10:07
 

CARACAS, 13 febbraio (Reuters) - Ieri sera il Venezuela ha reso noto la svalutazione della propria moneta del 69% all'avvio di un nuovo sistema di libera fluttuazione dei tassi di cambio, parte degli sforzi del presidente Nicolas Maduro per risollevare l'economia del paese e contrastare le conseguenze della discesa del prezzo del petrolio.

La mossa potrebbe contribuire ad allentare le preoccupazioni del mercato di un possibile default e aumentare l'afflusso di dollari, ma con il rischio di far crescere l'inflazione in un contesto di recessione e di carenza di beni.

Questo cambiamento potrebbe però costringere a ingenti svalutazioni i gruppi stranieri con esposizione al Venezuela, come ad esempio General Motors, Telefonica e Bayer.

La banca centrale venezuelana ha annunciato che il dollaro vale 170 bolivar nel primo giorno di operazioni sulla piattaforma Simadi per gli scambi di valuta straniera.

Il tasso Simadi non è lontano da quello del mercato nero di 190 bolivar.

Nella precedente piattaforma di cambi (Sicad II) un dollaro era venduto per 52 bolivar.

Gli economisti per anni hanno descritto il controllo sul cambio come una delle principali cause dei problemi economici del paese.

  Continua...