Italia, attività manifattura torna a contrarsi ad agosto - Pmi

lunedì 1 settembre 2014 09:46
 

ROMA, 1 settembre (Reuters) - L'attività del settore manifatturiero italiano nel mese di agosto è tornata a contrarsi per la prima volta da oltre un anno, a segnalare il rischio di un peggioramento del già debole trend dell'economia, tornata in recessione nel secondo trimestre.

L'indice Markit/Adaci, elaborato sulla base di un'indagine dei direttori acquisti di categoria, è sceso per il quarto mese consecutivo a 49,8 da 51,9 segnato a luglio, scivolando sotto la soglia dei 50 punti, spartiacque tra crescita e contrazione, per la prima volta dal giugno dello scorso anno.

La lettura è risultata peggiore di tutte le 11 previsioni raccolte da Reuters in un sondaggio tra gli economisti, la cui mediana convergeva su un rallentamento del ritmo di crescita a 50,8.

L'indice Pmi è solo l'ultimo di una serie di indicatori che suggerisce che la debole ripresa economica si sia esaurita all'inizio dell'anno e l'economia abbia intrapreso un nuovo trend discendente.

La maggior parte delle componenti dell'indice ha subìto una flessione: gli ordini hanno sengato la crescita più lenta da novembre dell'anno scorso e le imprese hanno ripreso a ridurre gli occupati per la prima volta da ottobre.

Il sottoindice degli ordini è sceso a 50,3 da 53,7 di luglio, ai minimi da giugno 2013.

Previsori privati e istituzionali hanno rivisto al ribasso le stime sull'andamento dell'economia, che nel secondo trimestre si è contratta dello 0,2%, spingendo il Paese nella terza recessione degli ultimi sei anni. Istat prevede stagnazione anche per il terzo trimestre.

La maggior parte si aspetta una crescita limitata o pari a zero quest'anno, dopo le contrazioni del Pil dell'1,9% l'anno scorso, e del 2,4% nel 2012.

(Gavin Jones)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia