PUNTO 1-Italia, fiducia consumatori scende ancora ad agosto, effetto Renzi sembra evaporato

mercoledì 27 agosto 2014 16:06
 

di Antonella Cinelli

ROMA, 27 agosto (Reuters) - La fiducia dei consumatori italiani scende ad agosto per il terzo mese consecutivo toccando quota 101,9 dal 104,4 di luglio, ben al di sotto delle attese, secondo i dati diffusi stamani dall'Istat.

Il calo di luglio non aveva particolarmente allarmato gli economisti. Ma il dato odierno, che porta ad oltre 4 punti il divario rispetto a maggio, viene soppesato con maggiore cautela.

"La correzione degli ultimi tre mesi ha in pratica annullato i progressi che la fiducia dei consumatori aveva fatto in primavera" dopo l'insediamento del premier Matteo Renzi, commenta Paolo Mameli, senior economist di Intesa Sanpaolo, spiegando che "sembra 'evaporato' l'impatto dell'annuncio (e della successiva implementazione) del taglio Irpef" voluto dal governo per i redditi più bassi, forse anche per i "timori della necessità di una correzione fiscale con la prossima Legge di Stabilità".

"Bruttino. Ci aspettavamo una discesa, ma è molto più marcata del previsto", commenta Loredana Federico, economista di Unicredit.

La mediana delle stime raccolte da Reuters fra gli analisti indicava un indice a 104, con una forbice compresa tra 102,8 e 105.

A pesare è soprattutto la componente economica, che scende a 107,6 da 114,2. In deciso peggioramento, poi, il giudizio sulla situazione economica del Paese, con il saldo a -91 da -79.

Giù anche il clima corrente, a 101,5 da 104,0, così come quello relativo al futuro, che passa da 106,2 a 103,4. E crolla il giudizio sull'opportunità di acquisto di beni durevoli: 11 punti in meno rispetto a luglio e 20 in meno rispetto a maggio.

  Continua...