August 21, 2014 / 8:04 AM / 3 years ago

Germania, cresce settore privato, Pmi indicano espansione Pil trim3

3 IN. DI LETTURA

BERLINO, 21 agosto (Reuters) - Buon andamento per il settore privato tedesco che, in agosto, cresce per il sedicesimo mese consecutivo, indicando un'espansione potenzialmente robusta del Pil del paese nel terzo trimestre, dopo la contrazione emersa a sorpresa dai dati del secondo.

La stima flash dell'indice Pmi composito tedesco è scesa a 54,9 punti dai 55,7 di luglio, pur confermandosi ampiamente sopra la soglia dei 50 punti che separa le rilevazioni di contrazione da quelle di espansione dell'attività.

"I flash di agosto forniscono ulteriori notizie incoraggianti per il settore privato tedesco, con produzione e nuovi ordini che salgono in maniera marcata", commenta Oliver Kolodseike, economista di Markit, la società che elabora il rapporto.

Secondo Markit gli ultimi dati sui Pmi sono coerenti con una crescita dello 0,7% nel terzo trimestre, dopo il -0,2% registrato nel periodo aprile-giugno. Il rapporto sottolinea inoltre che, al momento, non c'è una chiara evidenza del fatto che la crisi ucraina stia già colpendo le imprese tedesche, anche se la Germania è il maggiore partner commerciale della Russia all'interno dell'Ue (si nota comunque che alcune aziende stanno ritardando l'invio dei loro prodotti in Russia, in attesa di capire se questi rientrino o meno nelle sanzioni).

Il Pmi manifatturiero tedesco ha mostrato anch'esso un lieve calo ad agosto, ad un preliminare di 52,0 punti dai 52,4 del mese precedente, mantenendosi comunque sopra le stime poste a 51,8. Il Pmi servizi si è portato a 56,4 punti da 56,7 di luglio, su attese per un indice a 55,7.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Attività economica stagnante in Francia nel mese di agosto, con i miglioramenti visti nel settore servizi che non riescono a compensare l'andamento negativo di quello manifatturiero.

La stima flash di agosto dell'indice Pmi composito francese è salito a 50,0 punti dai 49,4 del mese procedente: un lieve miglioramento dell'indice, che tuttavia si ferma esattamente sulla soglia che separa le rilevazioni di contrazione da quelle di espansione dell'attività.

L'indice Pmi servizi è salito ad un preliminare di 51,1 punti dai 50,4 di luglio, contro attese di una discesa a quota 50. Delude invece il comparto manifatturiero: il relativo Pmi scende a 46,5 da 47,8 di luglio, a fronte di attese per un indice invariato.

"La Francia non migliora ma si sta stabilizzando... almeno sono numeri un po' migliori di quelli che abbiamo visto in precedenza" commenta Rob Dobson, che comunque definisce "piuttosto debole" la lettura del Pmi manifatturiero.

"Mentre il settore servizi sta avendo effetti moderatamente positivi e torna a mostrate un po' di crescita, il manifatturiero continua a rappresentare un vero peso per l'economia" spiega.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below