Ordini macchine utensili trim4 +4,1% ma mercato interno fermo - Ucimu

lunedì 20 gennaio 2014 11:18
 

MILANO, 20 gennaio (Reuters) - Mostrano un incremento tendenziale pari a 4,1% rispetto all'analogo periodo 2012 gli ordinativi di macchine utensili nei tre mesi al 31 dicembre scorso grazie a una buona ripresa delle commesse estere cui fa però fronte uno stallo del mercato interno.

Lo dicono i dati trimestrali a cura del Centro Studi & Cultura di Impresa di Ucimu-Sistemi per Produrre.

Un comunicato dell'ufficio studi mostra un indice generale al valore assoluto di 100,6, in calo di 3,2% a livello di media annua.

"L'indice degli ordini esteri cresce del 6% rispetto al periodo settembre-dicembre 2012. L'indice assoluto, pari a 108,7, risulta sopra la media, ma ciò non è sufficiente a rassicurare i costruttori italiani che rilevano, nel 2013, un andamento altalenante della raccolta ordinativi, con un primo e terzo trimestre negativo, e un secondo e quarto positivo" dice la nota.

"Sul fronte interno, l'indice registra una sostanziale stabilità (+0,2%), rispetto al quarto trimestre del 2012, per un valore assoluto, pari a 86,1, ancora basso rispetto all'anno base, a conferma della persistente debolezza del mercato domestico", aggiunge.

Il settore della produzione di beni strumentali risente in particolare della carenza di liquidità e dell'attesa dell'entrata in vigore della 'Nuova Sabatini', provvedimento volto a permettere finanziamenti a tassi agevolati per gli investimenti che ha già ricevuto il via libera della Corte dei Conti ma attende la stipula della convenzione tra ministero per lo Sviluppo economico, Cdp e Abi.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia