Usa, crescita Pil terzo trimestre rivista al rialzo a +3,6%,boom scorte

giovedì 5 dicembre 2013 14:56
 

WASHINGTON, 5 dicembre (Reuters) - L'economia Usa è cresciuta più di quanto inizialmente stimato nel terzo trimestre grazie ad un incremento delle scorte a fronte di una domanda interna che rimane fiacca.

Il Pil è salito del 3,6% su anno invece che del 2,8% indicato dalla lettura preliminare contro attese di +3,0%. Si tratta dell'incremento maggiore dal primo trimestre 2012 e segna un'accelerazione dal +2,5% registrato nel trimestre aprile-giugno.

Le scorte sono salite a 116,5 miliardi di dollari, massimo dal primo trimestre del 1998, contro una lettura precedente di soli 86 miliardi. Il loro contributo alla crescita del Pil è complessivamente dell'1,68%, massimo dal quarto trimestre 2011.

Al netto di questo contributo la crescita sarebbe stata dell'1,9% dal 2,0% stimato il mese scorso.

Il dato sulla domanda interna è cresciuto solo dell'1,8%.

Il consistente accumulo di scorte in un contesto di rallentamento della domanda significa che potrebbe esserci un effetto negativo sul Pil dell'ultimo trimestre dell'anno, già segnato da 16 giorni di shutdown delle attività governative nel mese di ottobre.

L'indice di spesa per consumi, che negli Stati Uniti conta per oltre due terzi dell'attività economica, è stato rivisto al ribasso all'1,4%, minimo da fine 2009, dal +1,5% stimato in precedenza e dall'1,8% del trimestre precedente.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia