Germania, cresce settore privato, Pmi a massimi da metà 2011

mercoledì 4 dicembre 2013 10:43
 

BERLINO, 4 dicembre (Reuters) - Il settore privato tedesco è cresciuto in novembre al tasso più sostenuto da quasi due anni e mezzo, sullo sfondo di nuovi ordini, arretrati di lavoro e occupazione tutti in crescita.

La lettura finale dell'indice Pmi composito tedesco, che somma gli indici manifatturiero e dei servizi, si è attestata a 55,4 punti, ben al di sopra dei 54,3 della stima flash e dei 53,2 di ottobre.

Il Pmi composito tedesco si trova sopra della soglia dei 50 punti - che separa le rilevazioni di contrazione da quelle di espansione - per il settimo mese consecutivo.

"Le aziende del settore privato hanno visto l'incremento dell'output più significativo dalla metà del 2011, mentre il miglioramento del flusso dei nuovi ordini fornisce il segnale di un'economia tedesca che si avvia a concludere l'anno con un'impostazione positiva" afferma Tim Moore, economista di Markit, la società che elabora il rapporto Pmi.

I nuovi ordini sono aumentati per il quinto mese consecutivo, con un rafforzamento del tasso di crescita rispetto a ottobre.

"I Pmi di novembre hanno offerto due buone notizie per l'economia tedesca: i servizi si sono uniti alla manifattura nel registrate una robusta crescita dell'output e poi l'accelerazione rispetto al mese precedente".

L'indice Pmi servizi finale di novembre, diffuso oggi, è risultato pari a 55,7 punti dai 52,9 di ottobre, sopra la lettura iniziale di 54,5.

Il Pmi manifatturiero di novembre, pubblicato due giorni fa, era salito a 52,7 da 51,7 del mese precedente.

  Continua...