Italia, possibile ulteriore taglio stime Pil 2013-14 - Squinzi

mercoledì 6 novembre 2013 15:08
 

BRUXELLES, 6 novembre (Reuters) - Dopo le stime d'autunno della Commissione europea, in materia di crescita più pessimistiche di quelle del governo, è possibile che vengano ulteriormente riviste al ribasso le previsioni sul Pil 2013-2014 se non si trova il modo di far crescere l'economia italiana.

E' l'allarme lanciato dal presidente di Confindustria Giorgio Squinzi a Bruxelles, rispondendo in conferenza stampa ad una domanda sulle previsioni economiche diffuse ieri dalla Commissione europea sull'Italia.

"I dati di ieri dell'economia sono la conferma di quelle che erano le previsioni del centro studi di Confindustria, cioè -1,8% per quest'anno e +0,7% per l'anno prossimo. I dati di ieri sono una rettifica al ribasso di alcune previsioni ottimistiche che erano circolate. Tra l'altro, credo che la revisione in basso potrebbe avvenire anche ulteriormente se non ritroviamo la via della crescita", ha dichiarato.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia