Zona euro,rallenta crescita attività economica ottobre,cala domanda-Pmi

giovedì 24 ottobre 2013 10:22
 

LONDRA, 24 ottobre (Reuters) - Il ritmo di crescita dell'attività economica nella zona euro è inaspettatamente rallentato questo mese a causa del venir meno del sostegno della domanda nel settore servizi.

E' quanto emerge dal sondaggio Pmi condotto da Markit, che mostra un indice flash composito in calo a 51,5 dal massimo biennale di settembre di 52,2; gli analisti interpellati da Reuters si aspettavano un miglioramento a 52,5.

Questo significa che la ripresa dell'economia della regione si sta radicando - il dato sopra 50 indica una crescita - ma resta delicata.

"Ci sono segnali che indicano che la ripresa ha una base ampia. E' molto in linea con le attese della Bce: è una ripresa lenta e fragile", dice Chris Williamson, capo economista di Markit.

Il settore servizi - che in Europa è dominante - è sceso nettamente a 50,9 da 52,2. In media le attese puntavano su un miglioramento a 52,4; il dato invece è inferiore anche alla stima più bassa raccolta da Reuters tra 33 economisti.

Il sottoindice delle nuove attività è scivolato a 50,2 dal picco da 27 mesi registrato a settembre di 51,7.

Il Pmi manifattura è salito a 51,3 da 51,1, appena sotto il consensus di 51,4.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia