Giappone, inflazione segna massimi 5 anni in agosto

venerdì 27 settembre 2013 08:43
 

TOKYO, 27 settembre (Reuters) - I prezzi al consumo core del Giappone nel mese di agosto hanno segnato il massimo di quasi cinque anni, con i prezzi dell'elettronica personale che sono saliti per la prima volta dal 1992, segno che il Giappone potrebbe stare per emergere da 15 anni di deflazione. Lo dicono dati del governo giapponese.

I prezzi al consumo core, che comprendono i prodotti petroliferi, ma escludono i prezzi volatili di alimentari freschi sono aumentati dello 0,8% in agosto rispetto all'anno precedente, dopo un aumento del 0,7% in luglio, segnando il terzo mese consecutivo di rialzi. Il consensus era per un dato uguale a quello di luglio.

Tuttavia la maggior parte del rialzo è da attribuire all'aumento dei costi della benzina e all'indebolimento dello yen che ha gonfiato il prezzo delle importazioni di prodotti alimentari e potrebbe smorzare la fiducia dei consumatori, che sta già mostrando segni rialzo.

Detto questo, i prezzi dei beni durevoli per il tempo libero, come personal computer e apparecchiature audiovisive, sono saliti dello 0,1% nel mese di agosto rispetto all'anno precedente, virando in positivo per la prima volta dal 1992, in un settore dove i prezzi al consumo sono diminuiti costantemente.

Il cosiddetto indice di inflazione core-core, che esclude alimentari ed energia ed è simile all'indice core utilizzato negli Stati Uniti, è invece sceso 0,1% in agosto, lo stesso calo registrato in luglio e inferiore al -0,2% di giugno.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia