India, inatteso rialzo tassi, alleggerite misure sostegno rupia

venerdì 20 settembre 2013 09:39
 

MUMBAI, 20 settembre (Reuters) - Il governatore di Reserve Bank of India Governor Raghuram Rajan coglie in contropiede i mercati con una stretta sui tassi mirata a contrastare le pressioni sui prezzi al consumo, accompagnata da una rimodulazione al ribasso delle misure straordinarie messe di recente a punto a sostegno della rupia.

Aumenta così di 25 punti base a 7,50% il tasso chiave pronti contro termine, per cui le scommesse degli analisti convergevano su una conferma in risposta alle più recenti difficoltà della crescita mentre, in questo caso in armonia con le attese, la banca centrale assume un tono più rialzista.

Vengono al contempo rimossi alcuni dei provvedimenti imposti a favore del cambio, scivolato a fine agosto fino a oltre 20% al minimo storico contro dollaro. Contestualmente alla stretta di un quarto di punto sul repo, viene abbassato di 75 punti base e tasso sulle 'marginal standing facility' portato a a 9,50%.

Quest'ultimo, individuato dai mercati finanziari come effettivo indicatore del costo del denaro per l'India, era stato innalzato a metà luglio fino a 10,25% nell'intento di stabilizzare il cambio.

L'intervento della banca centrale è stato accolto da una decisa correzione di governativi, rupia e indici di borsa.

"Si è tenuto conto della necessità di ancorare l'inflazione e le aspettative di inflazione e al contempo della fase di fragilità del settore industriale e della domanda nelle aree urbane" dice il comunicato di politica monetaria a cura del governatore Rajan.

Intenzione della banca centrale è anche quella che il tasso sul repo torni a fungere da riferimento per le operazioni di mercato mentre vengono progressivamente rimosse le misure a sostegno della rupia.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia