PUNTO 1-Italia, Pil trim2 -0,3% su trim1, -2,1% su anno - Istat

martedì 10 settembre 2013 12:37
 

* Export netto torna a essere positivo in trim2

* Contributo investimenti non più negativo, male consumi famiglie

* Per 2013 variazione acquisita -1,8%, attesa stima governo vicina (aggiunge dettagli, dichiarazioni, background)

di Luca Trogni

MILANO/ROMA, 10 settembre (Reuters) - L'export netto torna a essere positivo e gli investimenti, pur non crescendo, smettono di dare un contributo negativo al prodotto interno lordo.

La lettura delle componenti del Pil del secondo trimestre rafforza la convinzione che l'Italia, pur senza un particolare brio, si stia avviando verso l'uscita dalla più lunga recessione del Dopoguerra. E sul calo congiunturale dello 0,3%, rivisto da -0,2%, pesa, dal punta di vista tecnico, il contributo negativo delle scorte, voce residuale che dà poche indicazioni sul reale stato di salute dell'economia.

"Al di là dei numeri, il breakdown è positivo, perché si sta riducendo la contrazione di consumi privati e investimenti, mentre l'export è andato bene, a differenza dei primi tre mesi dell'anno", sintetizza Fabio Fois, economista di Barclays.

Le indicazioni fornite oggi da Istat danno un quadro coerente con una seconda parte dell'anno in linea con quanto ribadito da Fabrizio Saccomanni nel week-end di Cernobbio: stabilizzazione nel terzo trimestre, crescita nel successivo così come nel 2014.

Giovedì 12 il dato della produzione industriale di luglio offrirà le prime indicazioni sulla seconda parte dell'anno. L'attesa si indirizza verso un terzo, contenuto, rialzo consecutivo.   Continua...