Italia, prospettive crescita deboli, disoccupazione inaccettabile-Fmi

giovedì 4 luglio 2013 17:12
 

ROMA, 4 luglio (Reuters) - Il Fondo monetario internazionale al termine della sua visita annuale in Italia dice che il nostro Paese ha prospettive di crescita ancora deboli, rivede al ribasso la crescita per quest'anno e migliora leggermente invece le previsioni per il 2014, ma aggiunge che il livello di disoccupazione è intollerabile.

"Le prospettive di crescita restano deboli, la disoccupazione è intollerabilmente alta e il sentiment di mercato ancora fragile, sottolineando che l'obbiettivo [delle riforme strutturali] è lontano dall'essere completato", srive il Fondo nel suo documento conclusivo al termine della missione 2013 Article IV in Italia.

"L'economia sta mostrando segni di stabilizzazione, ma forti venti contrari stanno ancora frenando la ripresa. Guardando aventi la crescita è proiettata ad almeno -1,8% quest'anno prima di recuperare al +0,7% il prossimo. La ripresa è attesa partire verso la fine di quest'anno e da una modesta ripresa negli investimenti", si legge ancora.

"Nonostante il forte impegno fiscale nel 2012 il rapporto debito/Pil è previsto essere significativamente più elevato di un anno fa soprattutto a causa della debole economia ed anche del pagamento dei debiti della Pa", scrive il Fondo.

"La tassa sulla proprietà della prima casa dovrebbe essere mantenuta per ragioni di equità ed efficienza e la revisione dei valori catastali accelerata per garantire equità", dice il comunicato.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia