Italia, Pil trim1 sotto attese, dubbi su timing ripresa - Giovannini

lunedì 10 giugno 2013 13:38
 

MILANO, 10 giugno (Reuters) - I dati del Pil italiano del primo trimestre hanno deluso le attese e anche se si intravede qualche segnale positivo non sembrano sufficienti per dare certezza su di un'inversione della situazione nei trimestri successivi.

Lo ha detto il ministro del Welfare, Enrico Giovannini, intervenendo all'assemblea generale di Assolombarda.

"I dati Istat di oggi ci dicono che il primo trimestre non solo è andato male ma anche peggio delle nostre aspettative. Consumi, investimenti e export per la prima volta scendono. Il primo trimestre non è il trimestre della svolta", ha detto Giovannini commentando i dati definitivi sul Pil del primo trimestre diffusi stamattina dall'Istat.

I dati segnalano una contrazione dello 0,6% congiunturale dell'economia italiana nel periodo gennaio-marzo 2013, contro il -0,5% della prima lettura.

Spicca, per la prima volta dal primo trimestre 2009, un contributo negativo anche della voce 'export netto'.

Giovannini ha sottolineato che anche il dato sulla produzione industriale di aprile indica un proseguimento della crisi, ma su altri fronti ci sono dei segnali positivi. In particolare "gli esportatori stanno facendo degli sforzi straordinari nonostante le difficoltà".

Le debolezza dell'economia italiana risentono inoltre del rallentamento di alcuni importanti paesi europei, in primo luogo la Germania, spiega il ministro.

"Se il secondo trimestre non sarà quello della svolta, quale lo sarà? Il terzo, il quarto?", si chiede Giovannini.

"C'è una voglia straordinaria delle imprese di dire che si è toccato il fondo e che si deve ripartire".   Continua...