Usa, occupati non-agricoli marzo +88.000, ben sotto attese

venerdì 5 aprile 2013 15:06
 

5 aprile (Reuters) - Decisamente inferiori alle attese sono risultati gli occupati non agricoli statunitensi nel mese di marzo, registrando il minor rialzo da giugno 2012, anche se il dato è in parte bilanciato da una revsione al rialzo dei mesi precedenti.

Secondo i dati - resi noti dal Dipartimento del alvoro Usa - in marzo si è visto una aumento di 88.000 occupati non agricoli Usa, ben sotto le attese di una crescita di 200.000 persone.

La pressione si è vista sia nel settore privato che ha mostrato una crescita di 95.000 nuovi posti contro attese di +209.000, ma soprattutto in ambito pubblico dove - anche per effetto dei povvedimento presi dall'amministrazione Obama sui tagli della spesa - si è verificata una sforbiciata di 7.000 posti di lavoro di marzo.

Perdite di posti di lavoro - di 3.000 unità - si notano anche nel settore industriale contro attese di +10.000 dal +19.000 di febbraio rivisto da +14.000

Rilevanti sono però le revisioni dei dati dei mesi precedenti. Il dato complessivo vede per febbraio una nuova lettura a +268.000 dai precedenti 236.000, mentre quello di gennaio a +148.000 da 119.000. Altrettanto significativa la revisione degli occupati nel settore pubblico in febbraio a +14.000 rispetto al precedente -10.000.

Basso - come non si vedeva dal maggio 1979 - risulta il tasso di partecipazione, pari al 63,3% dal 63,5% di febbraio. E' propbabilemte questo elemento che sta alla base del fatto che il tasso di disoccupazione è invece sceso di un decimo, al 7,6% - segnando il minimo dal dicembre 2008 - dal 7,7% di febbraio.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia