Spagna, accelera a marzo contrazione manifatturiero - Pmi

martedì 2 aprile 2013 09:40
 

MADRID, 2 aprile (Reuters) - L'attività manifatturiera in Spagna si è contratta a marzo al ritmo più veloce da ottobre, in contrasto con i segnali dei primi mesi del 2013 che lasciavano presagire una fine della discesa.

Il Purchasing Managers Index (Pmi) di Markit per il settore manifatturiero, che rappresenta circa il 12% dell'economia spagnola, è sceso a 44,2 a marzo da 46,8 di febbraio.

Si tratta del 23esimo mese di fila al di sotto della soglia di 50, che divide la crescita dalla contrazione, e segna un'accelerazione nel calo dopo due mesi di letture dell'indice leggermente migliori.

Secondo le attese, l'economia spagnola quest'anno dovrebbe contrarsi nettamente e la maggior parte degli economisti prevedono che non tornerà a crescere almeno fino alla fine del 2013, con la bolla immobiliare del 2008 e gli altissimi livelli di disoccupazione che pesano su consumi e aziende.

"Il dato Pmi di marzo per il manifatturiero in Spagna è fosco. Inoltre, gli ultimi dati segnano la fine del recente periodo di cali moderati e pongono dubbi sulle speranze di ripresa per il resto dell'anno", ha detto Andrew Harker, economista di Markit.

Il governo di Madrid ha detto che ad aprile rivedrà al ribasso le previsioni di crescita per quest'anno. Finora aveva previsto un calo dello 0,5% del Pil che ora potrebbe raggiungere circa l'1%, come riferito da fonti vicine al governo.

La Banca di Spagna, la Commissione Europea e i Fondo monetario internazionale hanno previsto un calo di circa l'1,5% per l'economia.

Nel settore manifatturiero, i nuovi ordini per le esportazioni sono scesi a marzo a causa della domanda debole in Europa.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia