SINTESI-Bce non ha discusso taglio tassi, vede segnali stabilizzazione

giovedì 10 gennaio 2013 16:52
 

* Tassi fermi, rischi su economia al ribasso e bilanciati su prezzi

* Unanimità decisione significa che nessuno in consiglio ha chiesto taglio

* Per Draghi segnali stabilizzazione, fiducia ulteriormente migliorata

* Paesi zona euro hanno ottenuto importanti progressi, in atto contagio positivo

* Bce non valuta 'exit strategy', lo farà quando vedrà ripresa

* Stringono spread periferici: Btp a minimo da luglio 2011 su Bund

MILANO, 10 gennaio (Reuters) - Il consiglio mensile Bce responsabile del verdetto sui tassi ne ha stabilita una conferma con un voto unanime. Lo ha fatto perché vede segnali di stabilizzazione e noramlizzazione pur in una congiunturale in cui l'economia della zona euro resta fragile.

Sono le parole di Mario Draghi e suonano assai diverse da quelle del mese scorso, quando i banchieri europei - sempre secondo quanto riferito dal presidente - hanno invece valutato seriamente l'ipotesi di un nuovo sconto sul costo del denaro.

"Per l'economia reale resta valida la diagnosi fatta dalle nostre proiezioni del mese scorso. Non c'è motivo di modificare lo scenario di medio termine per la stabilità dei prezzi ed è questa la ragione principale per cui la discussione del consiglio si è conclusa all'unanimità" spiega alla platea dei giornalisti.   Continua...