Usa, export e spesa pubblica sostengono Pil terzo trimestre

giovedì 20 dicembre 2012 15:04
 

WASHINGTON, 20 dicembre (Reuters) - L'economia Usa è cresciuta nel terzo trimestre più rapidamente di quanto stimato in precedenza grazie alla spinta delle esportazioni e della spesa pubblica, fattori che tuttavia rischiano di perdere efficacia per il rallentamento della domanda mondiale e per il possibile insaprimento della politica fiscale.

Secondo quanto comunicato dal dipartimento del Commercio, il Pil rivisto del terzo trimestre registra una crescita di 3,1% annualizzato, superiore al +2,7% riportato il mese scorso.

Si tratta della crescita più rapida da fine 2011 e riflette anche un leggero miglioramento della voce i consumi rispetto a quanto precedentemente stimato.

Gli economisti interpellati in un sondaggio Reuters avevano previsto una crescita del Pil del 2,8%.

Le esportazioni sono salite dell'1,9% invece che dell'1,1% della prima lettura, mentre le importazioni mostrano un calo per la prima volta dal secondo trimestre del 2009 segnalando un indebolimento della domanda interna.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia