Crisi, congiuntura condizionata da esito elezioni - Confindustria

giovedì 1 novembre 2012 11:57
 

ROMA, 1 novembre (Reuters) - Il quadro congiunturale italiano è condizionato dall'esito delle elezioni di primavera, secondo il Centro studi di Confindustria.

"Il quadro resta, da tempo ormai, condizionato dalle incognite sulla composizione del Parlamento che uscirà tra pochi mesi dalle elezioni. Le turbolenze non sono finite", si legge nell'analisi congiunturale del Csc che indica nell'Eurozona, dove gli indicatori mostrano un peggioramento della recessione, "la principale fonte di instabilità".

"In Italia le statistiche in agosto hanno sorpreso all'insù, ma il clima di fiducia rimane ai minimi e il 'meno peggio' estivo può tradursi in una flessione più marcata in autunno, complice il deterioramento nel resto della Ue. Tuttavia, la caduta della domanda interna è stata così violenta da creare spazi per un rimbalzo e l'indice anticipatore Ocse predice la graduale attenuazione della riduzione del Pil nei prossimi trimestri", si legge in una nota.

Secondo gli economisti di Viale dell'Astronomia "per la ripresa serve lo sblocco del credito, che invece si riduce: in Italia -0,5% in agosto su luglio, -3,2% dal settembre 2011".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia