PUNTO 1-Grecia, finanziaria 2013 vede Pil -4,5%, debito/Pil al 189,1%

mercoledì 31 ottobre 2012 13:23
 

(aggiunge in coda stime governo 2014 /2016)

ATENE, 31 ottobre (Reuters) - Nella finanziaria presentata oggi la Grecia prevede per il 2013 un deficit di bilancio più alto e una recessione più profonda delle iniziali previsioni, a causa dell'impatto delle misure di austerità sull'economia.

Atene ha reso noto che il deficit 2013 sarà pari al 5,2% del Pil rispetto alla precedente previsione, data nelle scorse settimane, del 4,2%.

L'economia greca vedrà inoltre una contrazione del 4,5% nel 2013, rispetto alla precedente stima di una riduzione del 3,8%.

Anche il dato sul debito pubblico è stato rivisto al rialzo: ora si stima che nel 2013 sarà pari al 189,1% del Pil, rispetto al precedente 179,3% che compariva nella bozza di finanziaria.

Un ritorno dell'economia su un sentiero di crescita - dopo sei anni di contrazione - il ministero delle finanze greco lo prevede solo nel 2014 con un +0,2%, dice nel suo documento sul budget a medio termine sottoposto oggi al Parlamento insieme alla finanziaria.

Nello stesso documento il governo prevede di raggiungere un avanzo primario del 4,5% nel 2016, cioè due anni più tardi rispetto a quanto inizialmente concordato con Ue e Fmi in relazione al pacchetto di salvataggio.

Infine - dicono ancora le stime a medio termine - il debito pubblico rispetto al Pil salirà ancora al 191,6% nel 2014 per poi ridiscendere al 184,9% nel 2016.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia