PUNTO 1 - Italia, inflazione frena a ottobre su anemia consumi

mercoledì 31 ottobre 2012 12:36
 

(riscrive, aggiunge contesto e commenti)

* Indice Nic torna sotto 3% annuo per la prima volta da agosto 2011

* Economisti vedono ulteriore rallentamento in prossimi mesi

* Unici rischi al rialzo da volatilità energia e materie prime

di Elvira Pollina

MILANO/ROMA, 31 ottobre (Reuters) - La debolezza della domanda interna, gravata dal ciclo economico negativo, e il calo dei prezzi dei carburanti hanno favorito la frenata dell'inflazione nel mese di ottobre.

Secondo i dati diffusi stamane da Istat, i prezzi al consumo (indice Nic) sono rimasti fermi su base mensile per la seconda lettura consecutiva, mentre le attese raccolte da Reuters tra gli economisti convergevano su un aumento dello 0,3%.

Superiore alle attese il rallentamento dell'inflazione tendenziale, scesa sotto il 3% per la prima volta da agosto 2011. I prezzi sono cresciuti del 2,6% dal 3,2% di settembre, mentre le stime prevedevano una crescita del 2,9%.

Un allentamento, spiega l'economista Chiara Corsa di Unicredit, "da attribuire in parte al fatto che l'aumento dell'Iva, scattato nell'ottobre del 2011, esce ora dalla comparazione annuale". Il confronto statistico, dunque, è favorevole.   Continua...