SINTESI - Bce ha discusso taglio tassi, ma Draghi prende tempo

mercoledì 6 giugno 2012 16:57
 

* Decisione tassi a maggioranza, alcuni ma "non molti" per taglio

* Draghi meno 'colomba' delle attese, raffredda prospettiva terzo 'ltro'

* Timori su zona euro non infondati ma non si sottovaluti impegno politico

* Stime trimestrali staff confermano attese Pil 2012, rivisto leggermente al ribasso 2013

FRANCOFORTE, 6 giugno (Reuters) - Il consiglio mensile Bce ha confermato il costo del denaro sui livelli attuali adottando però la decisione a maggioranza e non all'unanimità, dal momento che alcuni - anche se "non molti" - avrebbero preferito già oggi un taglio dei tassi.

E' il messaggio veicolato alla stampa dal presidente Mario Draghi al termine della riunione che ha ribadito l'1% per le operazioni principali di rifinanziamento del sistema bancario.

Mentre sulla scena europea si profilano gli appuntamenti clou con la nuova tornata elettorale greca del 17 giugno e con il consiglio Ue di fine mese, super-Mario prende dunque tempo - come del resto comprensibile - lasciando soltanto intravvedere la possibilità di una prossima mossa espansiva.

"Si è arrivati alla decisione [sui tassi] con un voto a maggioranza e la discussione è stata molto approfondita. C'è stato un ampio consenso. Alcuni consiglieri, direi non molti, hanno chiesto e avrebbero preferito un taglio oggi" spiega ai giornalisti.

Piuttosto confusa la reazione dei mercati finanziari alle parole del banchiere centrale.   Continua...