Sisma, stop produzione 4-6 mesi,impatto su Pil qualche frazione punto-Squinzi

mercoledì 6 giugno 2012 12:24
 

ROMA, 6 giugno (Reuters) - La produzione industriale nella zona colpita dal sisma in Emilia rischia realisticamente uno stop di quattro-sei mesi e questo comporterebbe la perdita di qualche frazione di punto di Pil a livello nazionale.

Lo ha detto oggi il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi.

"Quello che si teme - credo sia abbastanza vicino alla realtà dopo essere stato nella zona - è che ci sia uno stop produttivo di almeno quattro-sei mesi", ha detto Squinzi a margine di un seminario del Centro Studi Confindustria.

"Nell'area si produce un po' di più dell'1% del nostro Pil, rischiamo di perdere qualche frazione di punto di Pil soltanto a causa del terremoto", ha aggiunto Squinzi.

Il terremoto che ha colpito il Modenese il 20 e 29 maggio scorso ha provocato la morte di 26 persone, oltre 10mila sfollati e danni per svariati milioni di euro.

(Antonella Cinelli)

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia