Italia, nuova contrazione manifattura a maggio - Pmi

venerdì 1 giugno 2012 09:43
 

MILANO, 1 giugno (Reuters) - Decimo mese consecutivo di contrazione per il comparto manifatturiero italiano a maggio, con un indice generale in lieve recupero dai minimi di aprile ma ancora ampiamente al di sotto della soglia chiave dei 50 punti.

Lo dice l'indagine mensile sui direttori acquisto di categoria a cura di Markit e Adaci, che mostra una nuova contrazione delle voci produzione, nuovi ordini e occupazione accompagnata da un raffreddamento della voce prezzi pagati a segnale dell'anemia della domanda.

Dopo il 43,8 di aprile, record negativo da sei mesi, e a fronte di un consensus pari a 43,5, mediana delle 15 attese raccolte da Reuters in un intervallo tra 43,0 e 44,2, l'indice generale si attesta il mese scorso a 44,8.

"L'indagine di maggio mostra una lieve risalita grazie alla meno drastica correzione delle voci produzione e occupazione, il nuovo netto deterioramento del capitolo nuovi ordini rivela però che per le imprese manifatturiere il clima resta difficile", spiega l'economista Markit Phil Smith.

"Continua nel frattempo a rallentare l'inflazione sui prezzi d'acquisto a causa dell'effetto della recessione sulla catena di distribuzione", aggiunge.

Pubblicata il 24 maggio scorso, l'indagine 'flash' sul manifatturiero dell'intera zona euro ha deluso le attese dei mercati finanziari con una discesa a 45,0 - minimo da giugno 2009 - dopo il 45,9 di aprile.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia