PUNTO 1 - Italia, economia trim1 delude più del previsto

martedì 15 maggio 2012 11:58
 

(riscrive aggiungendo commento analisti e contesto)

MILANO/ROMA, 15 maggio (Reuters) - Il copione non sorprende più di tanto. Nei primi tre mesi dell'anno l'economia italiana ha fatto peggio delle attese, quella francese si è fermata come previsto e quella tedesca ha ampiamente sorpreso al rialzo.

La stima preliminare Istat parla di una variazione congiunturale negativa pari a 0,8% - peggior risultato dal primo trimestre 2009, subito dopo il crac Lehman - e va confrontata con la contrazione di 0,7% nei tre mesi al 31 dicembre scorso e con il consensus Reuters pari a -0,6%.

"Un risultato inferiore alle nostre aspettative, su cui i rischi erano peraltro al ribasso, che sorprende in maniera relativa", esordisce Chiara Corsa di UniCredit.

"Dopo i numeri di oggi e guardando alle indicazioni congiunturali delle indagini Pmi e Istat è davvero difficile ipotizzare una stabilizzazione nel secondo trimestre, che dovrebbe mostrare un nuovo calo anche se meno drammatico".

Impegnata con i dati di crescita dei tre pesi massimi della zona euro, la mattinata si conclude con la prima stima Eurostat relativa ai diciassette che evidenzia una variazione nulla a fronte del consensus per una battuta d'arresto di 0,2%.

Tornando al dato italiano, i primi tre mesi dell'anno si configurano come terzo trimestre consecutivo di caduta del Pil dopo la variazione nulla del secondo trimestre del 2011.

In assenza di dettagli sugli aggregati, gli analisti tendono ad attribuire la responsabilità principale della débacle al capitolo consumi e investimenti, i più direttamente toccati dalle misure di austerity di Mario Monti tanto apprezzate in Europa.

Pubblicate soltanto venerdì scorso e identiche alle più recenti proiezioni Bankitalia, le stime di primavera a cura della Commissione europea ipotizzavano per il prodotto interno lordo nazionale una contrazione di 0,7%. Ancora più pessimista si era detta Confindustria, arrivando a ipotizzare un -1,0%.   Continua...