Retribuzioni marzo +1,2% su anno, livello minimo da 1983-Istat

martedì 24 aprile 2012 10:07
 

ROMA, 24 aprile (Reuters) - Nel mese di marzo le retribuzioni contrattuali orarie sono rimaste ferme rispetto a febbraio e sono salite dell'1,2% su base annua, mantenendosi a livello tendenziale sul tasso di crescita più basso dall'inizio delle serie storiche nel 1983.

Lo rende noto l'Istat spiegando che nel mese di febbraio le retribuzioni erano rimaste ferme in termini congiunturali ed erano salite dell'1,4% su base annua.

Il differenziale tra la crescita tendenziale delle retribuzioni e la crescita dell'inflazione (+3,3%) segna in marzo quota 2,1 punti percentuali, il livello più alto da agosto 1995.

Ecco i dati diffusi da Istat:

RETRIBUZIONI ORARIE CONTRATTUALI mar 12 feb 12 gen 12 Variazione congiunturale (%) 0,0 0,0 0,8 Variazione tendenziale (%) 1,2 1,4 1,4

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia