Conti pubblici, Grilli esclude manovra, conti al riparo

giovedì 23 febbraio 2012 18:40
 

ROMA, 23 febbraio (Reuters) - Per il viceministro dell'Economia Vittorio Grilli non ci sarà bisogno di una manovra correttiva dei conti pubblici, malgrado le previsioni odierne della Ue di un decrescita in Italia nel 2012 dell'1,3%, perché il governo ha fatto le sue previsioni di pareggio di bilancio nel 2013 con lo spread ai livelli di novembre.

"Le cose vanno come ci aspettavamo. Abbiamo fatto riforme importanti e stiamo aspettando i risultati. Abbiamo fatto le previsioni con i dati [sullo spread] di novembre, abbiamo ampi margini rispetto alle previsioni", ha risposto Grilli a margine di un convegno ai cronisti che gli chiedevano se servirà una manovra correttiva dopo le previsioni odierne sul Pil della Ue.

Già il presidente del Consiglio Mario MOnti questa mattina aveva commentato lo stesso dato negando che esso evidenzi la necessità di una manovra correttiva dei conti pubblici per raggiungere il pareggio di bilancio nel 2013.

Per quel che riguarda la crisi greca, il viceministro ha detto che "la situazione è difficile, nulla può essere dato per scontato ma ciò che si è deciso lunedì a Bruxelles è un passo fondamentale".

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia