Germania, Pmi flash manifattura scende a febbraio, delude attese

mercoledì 22 febbraio 2012 10:08
 

BERLINO, 22 febbraio (Reuters) - La crescita del settore manifatturiero e di quello dei servizi in Germania è rallentata in febbraio, gettando un'ombra sul recente ottimismo per la capacità di tenuta del motore economico dell'Europa di fronte alla crisi che sta pesando sulla regione.

L'indice Pmi manifatturiero di Markit - secondo la stima flash - è sceso infatti a 50,1 da 51,0 di gennaio, appena sopra la soglia di 50 che separa contrazione da espansione, smorzando le speranze di rimbalzo alimentate dalla crescita della produzione registrata a inizio anno per la prima volta da settembre. Gli economisti interpellati da Reuters si aspettavano un aumento a 51,5.

"L'andamento dell'export si è indebolito e i nuovi ordini sono calati per l'ottavo mese, così, anche se la produzione è cresciuta, è alimentata dagli ordini inevasi più che da nuovi ordini", commenta l'economista di Markit Chris Williamson.

Anche il Pmi servizi è rallentato, per la prima volta in tre mesi, a 52,6 da 53,7 nonostante un aumento delle nuove attività; anche in questo caso è inferiore alle attese degli analisti di 53,9.

L'indice composito, che comprende entrambi i Pmi, è calato a 52,9 da 53,9, mentre quello composito relativo all'occupazione è sceso a 51,7, minimo da marzo 2010, da 52,9 di gennaio.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia