Rapporto Onu: manca cibo per popolazione in crescita

lunedì 30 gennaio 2012 18:11
 

LONDRA, 30 gennaio (Reuters) - Il tempo per assicurare cibo, acqua ed energia a sufficienza per una popolazione in rapida crescita, e per evitare che fino a 3 miliardi di persone finiscano nella povertà, sta per scadere.

E' quanto emerge da un rapporto delle Nazioni Unite diffuso oggi.

Mentre la popolazione mondiale sembra destinata a passare dagli attuali 7 miliardi ai 9 del 2040, e il numero di consumatori della classe media aumenterà fino a 3 miliardi nei prossimi venti anni, la richiesta di risorse crescerà in modo esponenziale.

Nel 2030, il mondo necessiterà di almeno il 50% di cibo in più, del 45% in più di energia e del 30% di acqua, secondo le stime Onu, in una fase in cui l'ambiente che cambia crea nuovi limiti agli approvvigionamenti.

Se il mondo non riuscirà a risolvere questi problemi, rischia di condannare alla povertà 3 miliardi di persone.

Gli sforzi per uno sviluppo sostenibile non sono né abbastanza veloci né rapidi a sufficienza, e manca una volontà politica, dice nello studio il comitato di esperti dell'Onu per la sostenibilità globale.

"Il modello attuale di sviluppo globale è insostenibile. Per raggiungere la sostenibilità, serve una trasformazione dell'economia globale", dice il rapporto, disponibile all'indirizzo www.un.org/gsp/

(Nina Chestney)

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia