Zona euro, Pmi manifattura novembre su minimi luglio 2009

giovedì 1 dicembre 2011 10:16
 

LONDRA, 1 dicembre (Reuters) - Il settore manifatturiero della zona euro si è contratto a novembre con un ritmo che non vedeva da due anni, spingendo le aziende a ridurre la loro forza lavoro e mostrando che le difficoltà della periferia della regione si sono ormai estese fino al cuore dell'Europa.

E' quanto emerge dal sondaggio Pmi elaborato da Markit, il cui indice è sceso a 46,4, minimo da luglio 2009, da 47,1 di ottobre.

Il dato, in linea con la lettura preliminare pubblicata la scorsa settimana, segna il quarto mese consecutivo sotto la soglia di 50 che separa contrazione da crescita.

"La lettura finale del Pmi conferma il quadro di contrazione anticipato dalla stima flash. E' il primo mese da metà 2009 in cui tutti i paesi dell'euro hanno registrato un calo della produzione, mettendo in luce l'allargamento del rallentamento economico dalle periferie al centro", commenta Chris Williamson, capo economista di Markit.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia