Gb, governo taglia stime crescita 2012 a +0,7%, vede 2013 a +2,1%

martedì 29 novembre 2011 14:16
 

LONDRA, 29 novembre (Reuters) - Il governo britannico ha annunciato un ampio taglio delle stime di crescita del paese, avvertendo che una recessione nell'area euro potrebbe spingere in negativo anche l'economia della Gran Bretagna.

Per il 2012 la stima di crescita è stata ridimensionata ad uno 0,7%, contro il 2,5% previsto nel budget dello scorso marzo, ha spiegato il ministro delle Finanze George Osborne.

Le stime indicano una ripresa della crescita al 2,1% nel 2013 ma Osborne ha sottolineato, di fronte al Parlamento, che la realtà potrebbe rivelarsi molto peggiore nel caso di mancata risoluzione della crisi debitoria della zona euro.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia